KU

COD: TI02

Prodotto non disponibile a magazzino
TI02/1

€ 96.00 ( Cad € 16.00 )

KU
Piatto piano in porcellana bianca.

Pezzi per imballo: 6
Codice articolo: TI02/1
Color: bianco
Diametro (cm): 27.00

Prodotto non disponibile a magazzino
TI02/22 38

€ 77.00

KU
Piatto da portata ovale in porcellana bianca.

Codice articolo: TI02/22 38
Color: bianco
Lunghezza (cm): 38.00
Larghezza (cm): 30.00

Special price
TI02/76 1

€ 34.50 ( Cad € 5.75 ) € 69.00 (-50%)

KU
Tazza da caffè in porcellana bianca.

Pezzi per imballo: 6
Codice articolo: TI02/76 1
Color: bianco
Diametro (cm): 6.00
Contenuto (cl): 7.00

Quantità
Bassa disponibilità

Prodotto non disponibile a magazzino
TI02/77

€ 42.00 ( Cad € 7.00 )

KU
Sottotazza da caffè in porcellana bianca.

Pezzi per imballo: 6
Codice articolo: TI02/77
Color: bianco
Diametro (cm): 12.00

TI02/87

€ 69.00 ( Cad € 11.50 )

KU
Tazza da caffè-filtrato in porcellana bianca.

Pezzi per imballo: 6
Codice articolo: TI02/87
Color: bianco
Contenuto (cl): 20.00
Diametro (cm): 8.50

Quantità
Bassa disponibilità
  • DESCRIZIONE

    Toyo Ito è uno degli autori dell’operazione “Tea & Coffee Towers”. Questo Servizio da tavola in porcellana è uno dei primi progetti per la produzione di serie dell’architetto giapponese. Necessario (e utile) sottolineare le due versioni in cui sono presentate le tazze: quella classica e quella con manico a orecchio.

  • Spedizione Gratuita sopra € 150,00
  • 14 DAYS RETURN POLICY
  • CUSTOMER SERVICE

Toyo Ito

Toyo Ito è nato nel 1941. Si è laureato in architettura all’università di Tokyo nel 1965. Dal 1965 al 1969 ha lavorato presso lo studio di Kiyonori Kikutake, uno degli aderenti al movimento Metabolism. Nel 1971 ha aperto un proprio studio a Tokyo, denominato, fino al 1979, Urban Robot (URBOT) e, in seguito, Toyo Ito & Associates, Architects. Professore onorario della University of North London, ha insegnato alla Columbia University di New York (1991-92 e 1994-95), al Berlage Institute di Amsterdam (1992) e alla Harvard University di Boston (1994-95 e 1995-96). Ha partecipato a numerose mostre personali e collettive e a grandi concorsi internazionali, tra i quali quelli per la Maison de la culture du Japon a Parigi (1990), per la biblioteca dell’Università di Parigi (1992), per l’ampliamento del Museum of Modern Art di New York (1997) e per il Centro per le arti contemporanee di Roma (1999). Tra i vari premi e riconoscimenti ricevuti: il premio dell’Istituto di Architettura Giapponese per la casa Silver Hut (1986); il premio della città di Kumamoto per lo Yatsushiro Museum (1991) e per la Yatsushiro Fire Station (1996); il premio Interarch ’97, medaglia d’oro dell’Unione degli Architetti della Bulgaria (1997); il premio intitolato ad Arnold W. Brunner dall’American Academy of Fine Arts (2000); il World Architecture Award East Asia per la Mediateca di Sendai (2002). Tra le principali opere recenti: l’installazione Helath Future all’Expo 2000 di Hannover; la Mediateca di Sendai (1997-2001); un padiglione d’alluminio a Bruges, in Belgio (2000-02). Tra i progetti in corso di elaborazione: l’ospedale Cognacq-Jay a Parigi; la M-Hall a Matsumoto, Nagano; la torre degli uffici Mahler 4 ad Amsterdam.

Carrello

[[ITEM]] è stato aggiunto al tuo carrello
[[ITEM]] è stato aggiunto alla tua wishlist
Welcome [[ITEM]] your newsletter subscribtion has been confirmed
Your item has been removed from your Wishlist!