A Lotus Leaf

COD: YHC01

YHC01

€ 165.00

A Lotus Leaf
centrotavola in acciaio inossidabile 18/10 lucido.

Codice articolo: YHC01
Altezza (cm): 6.30
Lunghezza (cm): 44.80
Larghezza (cm): 41.00

Quantità
Bassa disponibilità

YHC01 B

€ 105.00

A Lotus Leaf
centrotavola in acciaio colorato con resina epossidica, Super Black.

Codice articolo: YHC01 B
Color: Super Black
Larghezza (cm): 41.00
Altezza (cm): 6.30
Lunghezza (cm): 44.80

Quantità
Bassa disponibilità

YHC01 W

€ 105.00

A Lotus Leaf
centrotavola in acciaio colorato con resina epossidica, Milky White.

Codice articolo: YHC01 W
Color: Milky White
Larghezza (cm): 41.00
Altezza (cm): 6.30
Lunghezza (cm): 44.80

Quantità
Bassa disponibilità
  • DESCRIZIONE

    “A Lotus Leaf” disegnato da Chang Yung Ho (Atelier FCJZ) , fa parte del progetto “(Un)Forbidden City”. Questo Centrotavola rappresenta l’intenzione dichiarata dell’autore di utilizzare le forme della natura con il minimo apporto di design. La foglia di loto è stata prelevata dall’antico Palazzo di Estate, è stata lasciata seccare per sei mesi e la forma ottenuta è stata passata allo scanner tridimensionale e infine trasformata in uno stampo per ottenere la copia in acciaio che produce il Vassoio. Da notare che la forma ottenuta può essere utilizzata su entrambe le facce ottenendo due diversi modi di contenere o di servire.

  • Spedizione Gratuita sopra € 150,00
  • 14 DAYS RETURN POLICY
  • CUSTOMER SERVICE

Yung Ho Chang

Nato a Pechino, studia in Cina e negli Stati Uniti, dove nel 1984 consegue il Master di architettura presso l'Università della California a Berkeley. A partire dal 1992 svolge la propria attività in Cina, dove ha fondato l’Atelier Feichang Jianzhu (FCJZ) nel 1993. Ha vinto numerosi premi, tra cui la Shinkenchiku Residential Design Competition nel 1987, il Progressive Architecture Citation Award nel 1996, il Premio UNESCO 2000 per la Promozione delle Arti, e il Premio dell'Accademia di Architettura dall’ American Academy of Arts and Letters nel 2006. Ha pubblicato otto libri e monografie, di cui uno in lingua inglese e francese dal titolo Yung Ho Chang / Atelier Feichang Jianzhu: a Chinese Practice, e uno in italiano dal titolo Yung Ho Chang: Luce chiara, camera oscura. Ha partecipato a numerose mostre internazionali di arte e architettura, tra cui la Biennale di Venezia, dov’è stato presente 5 volte a partire dal 2000. Ha insegnato presso diverse scuole di architettura negli Stati Uniti e in Cina; è stato professore e principale fondatore del Graduate Center of Architecture dell'Università di Pechino tra il 1999 e il 2005; ha occupato la cattedra di Kenzo Tange ad Harvard nel 2002 e quella di Eliel Saarinen alla Michigan nel 2004.

Carrello

[[ITEM]] è stato aggiunto al tuo carrello
[[ITEM]] è stato aggiunto alla tua wishlist
Welcome [[ITEM]] your newsletter subscribtion has been confirmed
Your item has been removed from your Wishlist!